Tour

fronte
cortilecrocieradesignarchiviosepolcreto

visita speciale alla Ca’ Granda, all’Archivio Storico e al Sepolcreto, 9 giugno 2018, ore 15.30

18,00€
In stock
20 disponibili

Descrizione prodotto

La visita inizia con la storia della Ca’ Granda. Il progetto, affidato da Francesco Sforza all’architetto toscano Antonio Averlino detto il Filarete, fu da questi illustrato nel Trattato di Architettura quale esempio di architettura pubblica nel più ampio contesto di una città ideale, la Sforzinda, in cui era adombrata la Milano Sforzesca. La pianta proposta dal Filarete, basata sul quadrato, aveva chiari riferimenti simbolici religiosi.

La costruzione ebbe inizio dal lato destro rispetto all’entrata del cortile; dal quadrilatero tra la Chiesa di S. Nazaro, la via Festa del Perdono e la via Francesco Sforza. Entro tale quadrilatero sono quattro i cortili risultanti dalla intersezione dei bracci della crociera secondo il progetto del Filarete, che lasciò i lavori nel 1465. Della facciata si deve al Filarete il piano terreno, mentre il piano superiore è da ritenere opera del successore Guinforte Solari . All’Amadeo e alla sua scuola si deve il compimento dell’ala verso il cortile centrale. Il Richini è ritenuto l’effettivo ideatore del grande cortile barocco, composto da una sequenza a doppio ordine di arcate su colonne. Sempre a lui si deve la corrispondente fronte secentesca verso la via Festa del Perdono. La seconda crociera, a sinistra del cortile centrale, compreso il cortiletto a colonne, fu costruita dal 1686 al 1701 e fu destinata alle donne. La fronte verso il Naviglio e le altre costruzioni furono attuate da Attilio Arrigoni; nel 1797 fu completato il perimetro esterno da Pietro Castelli. Il complesso architettonico ha rappresentato per secoli in Italia e in Europa un esempio di avanzata struttura ospedaliera. Esso è stato adibito ad ospedale fino alla Seconda Guerra Mondiale, durante la quale fu quasi completamente distrutto dai bombardamenti (1943). Alla fine della guerra l’edificio venne assegnato all’Università degli Studi di Milano; i lavori di ricostruzione iniziarono nel 1949 e l’Ateneo vi pose ufficialmente la sua sede nel 1958.

Terminata questa prima parte raggiungeremo l’Archivio Storico, formato da due grandi Sale che erano gli antichi Capitoli, dove si riuniva il Consiglio di Amministrazione dell’Ospedale e dove venivano prese le decisioni più importanti.

Dalla fine del ‘700 questi ambienti sono destinati all’Archivio della Ca’ Granda e conservano tutti i documenti dell’Ospedale Maggiore, dalle sue origini nel ‘400 fino ai giorni nostri. Sotto volte affrescati, enormi scaffali e lo sguardo vigile dei benefattori ritratti nei quadri presenti sulle pareti ti aspetta una visita indimenticabile. Concluderemo il nostro percorso con le Catacombe o sepolcreto sono poste sotto il livello stradale. Costituiscono l’antichissimo Cimitero dell’Ospedale dove sono custoditi gli scheletri di oltre 150.000 persone. Questo luogo è stato crocevia di fatti e personalità della città; qui Leonardo da Vinci svolgeva studi di anatomia, qui furono sepolti parte dei morti della grande peste e fu anche sede di riunione carbonarie durante i moti rivoluzionari di metà ottocento.

ritrovo: Via Festa del Perdono 7

durata: 2 ore e 30 min.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “visita speciale alla Ca’ Granda, all’Archivio Storico e al Sepolcreto, 9 giugno 2018, ore 15.30”